lunedì 1 giugno 2015

La mela della speranza, Michelangelo Pistoletto.


“La mela reintegrata significa che siamo alla terza mela, la prima è quella intera, quando l’umanità era perfettamente integrata con l’ambiente, con il ciclo naturale delle cose. La seconda mela è quella che è nata con il morso, quando siamo usciti dalla natura e abbiamo creato il mondo artificiale, questo mondo artificiale con cui adesso dobbiamo fare i conti. La terza mela è quella che promettiamo per il futuro cioè l’integrazione o la reintegrazione di quel morso”.
Michelangelo Pistoletto.




Una mela di grandi dimensioni (otto metri d’altezza e sette di diametro) viene posizionata nel centro di Piazza Duomo a Milano, il verde del rivestimento, ottenuto con l’erba delle campagne lombarde, si fonde con la cucitura in acciaio, ritraendo l’insieme come una fusione tra la natura e la tecnologia, una speranza d’integrazione fra il progresso e le tradizioni.

Pistoletto vuole portare un messaggio di speranza, e chiede un passo indietro alla corsa insensata del “virtuale” non negandolo, ma costruendo una coabitazione ed un equilibrio con il sistema naturale. Natura e artificio non devono eliminarsi a vicenda ma al contrario, integrarsi per creare un equilibrio sostenibile.
 


In collaborazione con il Fai decine di volontari (nel corso di una performance) ricostruiscono attorno alla mela il “Terzo paradiso”, una forma geometrica, creata nel 2003 da Pistoletto, che riconfigura il segno matematico di “infinito”.
L’opera e costituita da decine di balle di paglia e forma tre cerchi, quelli esterni rappresentano gli opposti, quello centrale rappresenta l'incontro tra "l'uno e l'altro" ed è proprio in quest'ultimo che viene posta la mela a significare la centralità della stessa, solo mettendo al centro di tutto l’importanza di questa unione si può raggiungere l’equilibrio necessario per fare in modo che il desiderio di progresso e il rispetto per la natura siano il progetto di un mondo finalmente nuovo e in armonia con se stesso.

 
 
 

4 commenti:

  1. Veramente un bel post, caro Romualdo, la foto della piazza duomo di Milano è bellissima,m complimenti caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, ti ringrazio sei sempre gentilissimo.
      Ti auguro una serena settimana, a presto.

      Elimina
  2. Che bella mela! Ciao, Arianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Arianna, forse il significato ha un valore superiore a quello estetico, certo è che non passa inosservata.
      Buona domenica, a presto.

      Elimina