martedì 18 novembre 2014

Il Viaggio dell'arte, Carla Colombo.


Autore:  Carla Colombo

Titolo dell’opera:  La strada è ancora lunga – 2011

Tecnica:  Olio a spatola su tela

Dimensioni:  70 cm x 30 cm

Ubicazione attuale:  Collezione privata




Forse non è questa l'opera che, per prima, viene in mente quando si parla di Carla Colombo, ma è questo il dipinto che più di altri "racconta" il percorso artistico della pittrice.
Autrice di poetici acquarelli e paesaggi di estrema delicatezza che raccontano la sua terra e l’Adda l’amato fiume che lambisce il luogo dove è nata e vive attualmente.

Colombo spazia fra le varie tecniche pittoriche senza mai fermarsi. I paesaggi, i cui colori coprono il passare delle stagioni, lo scorrere delle ore del giorno, catturando il gioco di luci che le condizioni atmosferiche e il riflesso dal fiume proiettano continuamente e in modo sempre diverso.

Ma queste non sono che uno dei passaggi artistici di Carla, le opere “materiche”, informali, astratte, lasciano l’osservatore in uno stadio di sospensione, etereo, fluttuante, confondendosi con le forme espresse dalle tele, opere che trovano compimento nella serie “Costanti presenze aleggiano nel cosmo dell’invisibile”.

Questo dipinto racchiude il passaggio, in entrambe le direzioni del talento artistico ed emozionale di Carla Colombo, sia la tecnica, dove i “tratti” appaiono a volte delicati e nel contempo decisi e perentori, sia  metaforicamente (parere strettamente personale) la strada, tracciata con decisione, ma impervia e tutt’altro che di facile percorso, racconta il continuo viaggio nella pittura, quasi un portale che conduce ad esperienze artistiche sempre nuove, la possibilità di sondare nuove dimensioni, per poi tornare alle origini.

Nel totale silenzio che solo la neve riesce a creare, l’occhio dell’osservatore si perde con la via nella foschia che unisce la strada ai boschi innevati fino a raggiungere le cime delle montagne senza sapere cosa ci si aspetta ma consapevoli che il ritorno ci porterà nuove conoscenze.

 

14 commenti:

  1. Non ce che dire caro Romualdo, una delle opere più belle di Carla Colombo.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, fra le tante opere di Carla, questa mi pare rappresenti al meglio il suo percorso di artista.
      Buona serata, a presto.

      Elimina
  2. Grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeee - grande Romualdo! Permettimi di prelevarla ed inserirla fra le letture - recensoni del mio sito...(ho bisogno però tutti i tuoi dati - nome e cognome ...ecc.) -Aggiorno il sito all'inizio di ogni mese..quindi vedrai più avanti. Per ora condivido su facebook ed il mio blog. grazieeeeeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla, temevo una querela, è andata bene, la mia è solo una "lettura" personale, non so quanto sia vicina al tuo pensiero, ma credo che l'impressione personale di chiunque guardi un dipinto sia il risultato dello stesso.
      Ci sentiamo a breve, nel frattempo buona serata e grazie.

      Elimina
  3. Una delle tante belle opere di Carla!
    Altrettanto bella la tua interpretazione, Romualdo.
    Se posso aggiungere del mio (altrimenti che commento a fare, he he he): io quella strada non la vedo così impervia, è in salita leggera e costante, di quelle che si affrontano con troppa ma mai con distrazione. Magari tirando un po' il fiato dopo un tratto davvero tosto, godendo di ogni magnifico scorcio.
    Volendo fare un parallelo artistico potrebbe essere: una tecnica classica ma che non si ha mai finito di conoscere (quando mai si ha finito?) e che si può intervallare lasciandosi tentare da tante altre tecniche, per poi riprendere quella che si aveva gia avviato ma con occhi nuovi!
    Ciao Romualdo, ciao Carla! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, il tuo commento conferma ciò che sostenevo nel commento precedente, chiunque guardi una qualsiasi opera vede in essa un mondo sempre diverso e sente emozioni mai uguali a quelle di un altro osservatore.
      Bellissima la tua lettura che ci permette di vedere il quadro da un'altra angolazione.
      Grazie Anna, buona serata.

      Elimina
  4. Che bella sorpresa che ci hai fatto caro Romualdo,
    trovare un bellissimo lavoro della bravissima Carla,
    meraviglioso questo dipinto mi trasmette tanta quiete nell'osservarlo!
    Per non parlare della bellissima recensione complimenti a entrambi con affetto e stima.
    Antonella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella, ti ringrazio per le belle parole, ho avuto la possibilità di vedere molti dipinti di Carla, e questo mi è parso racchiudesse molto della la sua "storia" artistica.
      Grazie di nuovo Antonella, buona serata.

      Elimina
  5. Che bello questo dipinto,
    hai fatto bene a recensirlo trovo che sia molto delicato ed i colori sono eterei e raffinati.
    Grazie per questo, ora vado a conoscerla meglio.
    Ciao ed a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pia, ho "utilizzato" quest'opera per parlare del lavoro di Carla Colombo, se hai l'occasione conoscerne meglio le opere, troverai sicuramente delle belle sorprese.
      Carla sa svariare in continuazione e spesso ci si trova spiazzati davanti alla varietà dei suoi dipinti.
      Grazie a te Pia, buona serata.

      Elimina
  6. Buongiorno Romualdo,
    conosco questa delicata artista attraverso il suo blog e quest'opera conferma il suo talento e la sensibilità, che riesce a trasmettere con immediatezza e spotaneità
    Fata C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fata Confetto, la conosci e lo dimostri descrivendo in poche righe l'essenza di quest'artista, grazie.
      Buona serata, a presto.

      Elimina
  7. Ringrazio tutti quanti di cuore. Ho letto con molto interesse ciò che avete scritto sulla mia opera, tutto quanto serve a sporno per fare sempre meglio, non c'è mai un punto di arrivo in pittura me del resto è anche la legge della vita. Grazie ancora a Romulado per questa splendida pagina a me dedicata...tra l'altro vedo, annoverata fra tanti nomi illustri del mondo artistico. ciaooo a tutti

    RispondiElimina