domenica 2 agosto 2015

Breve descrizione dei movimenti artistici, l'Arte concettuale o arte povera.


Questo movimento considera prevalente l’idea che sta all’origine dell’opera piuttosto che l’abilità nel creare la stessa.

Fenomeno diffusissimo negli anni sessanta coinvolge numerosi mezzi espressivi, dai film alle mappe e diagrammi, da video e fotografie a semplici testi.

Il paesaggio può diventare parte integrante dell’opera come nel caso della “Land Art” o arte ecologica come le monumentali opere di Christo (nella foto il “Pont Neuf”).

La filosofia, il movimento femminista o le varie attività politiche sono fonte d'ispirazione per quegli artisti che considerano l’innovazione delle idee fondamentali per l’arte.

L'artista concettuale come creatore di idee piuttosto che di oggetti, mina i tradizionali ruoli dell'artista e dell'opera d'arte.

L'arte povera si sviluppa in Italia negli anni sessanta, e prevede l'utilizzo di materiali poveri, di uso quotidiano, che privati del loro "compito" ritrovano un nuovo ruolo posizionati in un altro contesto. (un esempio sono Joseph Beyus e Mario Merz)
Oltre a Joseph Kosuth, che ha dato il nome al movimento, si ricordano anche, Viola e Buren.

(Alcune nozioni del testo sono tratte da : The art book)

2 commenti:

  1. Ho sempre apprezzato molte cose in te caro Romualdo, ma la cosa che più mi interessa è la tua capacità di spiegarci cose complesse in maniera semplice e comprensibile..
    Grazie di esserci amico mio! Abbraccio serale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella, sempre troppo buona, credo sia importante trasmettere ciò che si sa in modo semplice, in fondo l'arte è semplice, l'utilizzo di certi paroloni, l'idea che si debba ammantare di strane nebbie quello che si racconta, mi sembra inutile.
      La cosa fondamentale è condividere quello che si conosce (nel mio caso ho tantissimo da imparare) e ascoltare chi ha qualcosa da dire, solo così possiamo imparare a vicenda divertendoci.
      D'altro canto tu fai lo stesso con la musica (nel tuo caso la competenza è massima) racconti con estrema semplicità e precisione dando la possibilità a chiunque di interagire e sentirsi libero di raccontare le proprie esperienze.
      Sono io che ringrazio te, ricambio con piacere l'abbraccio, a presto.

      Elimina