sabato 18 luglio 2015

Le provocazioni shock che ci riportano alla realtà, Oliviero Toscani.


Penso che tutti conoscano Oliviero Toscani, il fotografo milanese noto al grande pubblico per le controverse e spesso scioccanti campagne pubblicitarie per Benetton.

Molte e certamente non banali le immagini proposte da Toscani per “scuotere” l’opinione pubblica, muovere le coscienze su problemi sociali come il razzismo, l’anoressia e l’omofobia.


Ha portato avanti la battaglia per la consapevolezza femminile del proprio corpo, denunciando l’eccessiva leggerezza nell’utilizzo della chirurgia estetica che “riduce la donna ad un manichino senz’anima, senza una propria identità”.



Di grande impatto visivo l’immagine di tre cuori praticamente uguali appartenuti a persone di diversa razza e colore, a dimostrarci che in fondo siamo tutti uguali.


Durante la settimana della moda a Milano, nel 2007, compaiono per le strade di tutto il paese, grandi manifesti che riproducono la modella francese Isabel Caro, la giovane donna – allora venticinquenne- posa senza veli per mostrare al mondo gli effetti dell’anoressia, Isabel pesa 31 kilogrammi e ci tiene a far sapere alle giovani di tutto il mondo a cosa può portare questa terribile malattia, che la conduce alla morte tre anni dopo.

Toscani sottolinea “ho voluto mostrare il dramma di una ragazza come tante altre, nella settimana della moda, questa fotografia ha scioccato tutti, ma quando questi esili corpi sfilano in passerella “coperti” da abiti d’alta moda allora la questione è considerata normale, anzi, queste forme sono ricercate e prese ad esempio”.

 
 

Solo altre due righe per l’immagine che vede due coppie omosessuali e il desiderio di un figlio, l’immagine è stata usata da un partito politico (Fratelli d’Italia) senza il consenso dell’autore, per uno spot contro l’adozione di bambini da parte di coppie gay, quella che era nata come una manifestazione pro adozione è stata ribaltata, Toscani ha sporto querela, tardive le scuse dei vertici del partito che fa marcia in dietro.


Molte le denunce subite da Toscani (accusato di oscenità per la foto a favore di una più profonda conoscenza dell’AIDS) ma nonostante tutto è sempre andato per la sua strada uscendo dai vari processi – mediatici e non – a testa alta.
Non voglio dare un giudizio morale, e soprattutto non intendo giudicare le intenzioni di Toscani, resta il grande impatto mediatico che risveglia, anche se solo per un momento, le coscienze facendo luce su problematiche che normalmente vengono taciute.

4 commenti:

  1. Sempre sostenuto il risveglio delle coscienze, così come ho sempre sostenuto Toscani!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara, certi temi per qualcuno vanno nascosti e proprio per questo motivo Toscani riesce a stravolgere quello che spesso è un pensiero indotto.
      A presto, buona giornata.

      Elimina
  2. Indubbiamente d'impatto, quindi chi è particolarmente sensibile o suscettibile può non capire la scelta o capire e non approvare o non condividere e quindi attaccare.
    La mia percezione, indipendentemente dai messaggi, è che dietro al suo attirare l'attenzione ci siano qualità e serietà. Se poi serva più o meno del voler cambiare le cose sbraitando come ragazzini ribelli, proprio non so.
    Ciao Romualdo, buona serata e buona nuova settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, che possa servire a qualcosa non so dirlo, sicuramente l'impatto emotivo è forte, come dici tu le reazioni sono diverse ma il fatto che ci sia una reazione significa che l'obbiettivo è stato raggiunto, ad ognuno di noi la libertà e la coscienza nell'esprimere un'opinione. I temi trattati (lo sottolinei tu) sono espressi con la dovuta serietà e la qualità di un artista di questo livello e sono drammaticamente attuali, affrontarli e non nascondersi dietro ad essi, è ciò che conta.
      Grazie per il tuo contributo, buona settimana.

      Elimina