venerdì 26 maggio 2017

L'infinitamente magico, Albrecht Dürer.


Autore:   Albrecht Dürer
(Norimberga, 1471 - Norimberga, 1528)
 
Titolo dell’opera: La grande zolla (studio delle erbe)  – 1503
 
Tecnica: Acquerello su pergamena
 
Dimensioni: 31 cm x 40 cm
 
Ubicazione attuale:  Graphische Sammlung Albertina, Vienna.





Nato come materiale di studio per la ricerca e la comprensione della natura nei suoi piccoli ma infinitamente interessanti particolari, questo acquerello è forse la prima autentica opera d’arte interamente dedicata alla natura, o quantomeno il primo disegno che lascia il suo iniziale compito e si trasforma in una "creazione" fondamentalmente artistica.

La precisione dei dettagli aggiunta alla sperimentazione con i colori e le conseguenti molteplici sfumature fanno di questo lavoro un’autentica perla.

L’angolo di osservazione è inconsueto, se non addirittura impensabile, per l’epoca, infatti il pittore di Norimberga ci trasforma in piccoli “viaggiatori” dandoci la possibilità di penetrare gli steli d’erba come se affrontassimo un sentiero all’interno di una foresta.

Altro non è che la ricerca approfondita di ciò che già conosciamo benissimo. Affrontandolo da un altro punto di vista il viaggio diviene straordinariamente magico e ci accompagna in un mondo che in fondo non comprendiamo come dovremmo.


8 commenti:

  1. È normale per questo eccelso artista lo studio del particolare.
    Essendo un grande incisore, la precisione era a dir poco indispensabile.
    Bel regalo mi hai fatto. Grazie Romualdo, sempre preciso e chiaro nelle tue esposizioni. Abbraccio grande e buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pia, hai ragione è normale per Dürer, meno per molti altri.
      Oltre alla precisione, come sottolinei giustamente tu da grande incisore non poteva essere altrimenti, è l'idea di rendere eccezionale ciò che è comune che rende questo disegno qualcosa di più di un semplice acquerello.
      Grazie per le belle parole, mi fa molto piacere sapere che hai apprezzato questo post, la tua conoscenza del pittore tedesco aumenta la mia soddisfazione del risultato di questo (piccolo) scritto.
      Buon fine settimana a te, naturalmente contraccambio l'abbraccio.

      Elimina
  2. Caro Romualdo, passata la grande adunata di noi alpini di Treviso Eccomi per un mio saluto.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, è sempre un piacere sentirti.
      Un abbraccio a te, buona giornata.

      Elimina
  3. Uno dei miei artisti preferiti! Ciao, buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina, un artista proiettato nel tempo, specchio del suo tempo e "visione" al futuro.
      Buona domenica a te, a presto.

      Elimina
  4. Caro Romualdo, un po' mi conosci... come potrei non trovarlo delizioso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, non avevo dubbi, la ricerca del più piccolo particolare aggiunta all'esaltazione del "grande" racchiuso nel "minuscolo" quotidiano.
      Grazie, buona giornata.

      Elimina