domenica 12 marzo 2017

L'esaltazione dell'assurdo, James Ensor.

Autore:   James Ensor
 
Titolo dell’opera: Scheletri che si disputano un impiccato – 1891
 
Tecnica: Olio su tela
 
Dimensioni: 59 cm x 74 cm
 
Ubicazione attuale:  Koninklijk Museum voor Schone Kunsten, Anversa





Due scheletri abbigliati in maniera grottesca sono impegnati in un futile combattimento per il possesso del corpo di un impiccato.

Figure mascherate si affacciano dalle due porte laterali per assistere alla miserabile scena mentre un corpo abbandonato giace proprio al centro del dipinto.

Il pittore fiammingo con quest’opera ci racconta la sua personale riflessione su un mondo pervaso dall’assurdità, dove il pensiero sconnesso e le più futili azioni divengono fondamentali al punto di essere quasi l’unico riferimento di una società privata di un qualsiasi senso logico.

La scena è l’emblema del pensiero comune dove l’assurdo prevale sulla ragione, siamo alla fine del diciannovesimo secolo ma forse l’attualità di quest’opera va oltre l’immaginabile.

La caricatura sotto forma di maschere rende il quadro meno drammatico ma rimane nel concetto di Ensor tutto l’orrore e la miseria di un sistema che non vuole fare un solo passo avanti, anzi sembra che se movimento c’è  questo è a ritroso.

2 commenti:

  1. Stupendo: è geniale! Non lo conoscevo è ora andrò a vedere se ci sono altre opere in rete.
    Riguardo all'attualità del tema: oggi è attuale più che mai! Ciao buon week end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina, Ensor ritorna spesso sull'argomento che, come dici benissimo tu, è di estrema attualità.
      Con leggerezza (l'utilizzo delle maschere rende l'insieme meno "pesante") ma con decisione denuncia un problema sociale di difficile soluzione.
      Grazie, buona giornata.

      Elimina