venerdì 24 febbraio 2017

Proiezione futura, George de La Tour.


I particolari di un dipinto possono dare spunti interessanti quando si “staccano” dal contesto dell’opera stessa.

Questa tela  di George de La Tour viene scoperta nel 1945 in una piccola chiesa a Bois-Anzeray minuscolo paesino francese dell’alta Normandia.

Il dipinto ci racconta di un San Sebastiano morente che viene soccorso da Irene che, intervenuta per dargli una dignitosa sepoltura, si accorge che l’uomo non è morto.

Ma è il dettaglio della donna in terzo piano con il velo blu che mi spinge a fare una riflessione. Delle quattro donne è l’unica rimasta, anche solo parzialmente in ombra, inoltre sembra distaccarsi dall’azione di soccorso e si dedica alla preghiera forse convinta che il giovane sia deceduto.

Il velo dal colore del cielo viene dipinto con una tecnica che si scosta dal resto dell’opera, le linee morbide dei contorni delle figure, che trasmettono un senso di quiete malgrado la situazione sia drammatica, trovano un’essenzialità nel tratto del velo stesso che ricorda le classicità di Bartolomeo Suardi più noto con il nome di Bramantino.

L’essenza tridimensionale della donna in preghiera ci proietta direttamente alla pittura metafisica e al Cubismo quasi ad anticipare di più di due secoli quella che sarà una svolta epocale per l’arte, considerando che il dipinto di de La Tour è datato 1649.



Geoge de La Tour - San Sebastiano curato da Irene, 1649. Olio su tela cm. 167 x 130
Musèe du Louvre, Parigi



12 commenti:

  1. Caro Romualdo sono passato per augurarti una buona e serena serata.
    Ciao e buona serata caro amico con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, grazie mille.
      Un abbraccio a te, buona serata.

      Elimina
  2. Caro Romualdo,
    trovo questo dipinto fantastico, la fiaccola è stupefacente, ipperialismo al massimo...
    Davvero bello!
    Buona serata anzi buonanotte. :)

    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella, sono molti i dettagli che rendono quest'opera favolosa.
      La fiaccola e il gioco di luce che la stessa emana sono eccezionali.
      Buona giornata.

      Elimina
  3. Il volto che si intravede appena, le mani giunte in preghiera, forse pensando di avere davanti una persona morta, o forse per supplicarne la guarigione. Mi viene in mente il Vangelo di Marta e della sorella Maria della quale Gesù ha detto :"Si è scelta la parte migliore".
    Grazie Romualdo e buon fine settimana! G.Piera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao GianPiera, interpretazione in chiave religiosa la tua (il soggetto stesso dell'opera lo richiede) che evidenzia il lato mistico della tua "osservazione" del quadro.
      Le poche notizie che si hanno sulla vita artistica e non di de La Tour ci permettono ulteriori viaggi nell'interpretazione delle sue opere.
      Grazie, buona serata.

      Elimina
  4. molto intrigante il parallelo con il cubismo! ciao, buona domenica!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina, spesso le nuove vie artistiche vengono tracciate da innovatori coraggiosi che, anche inconsciamente, vengono influenzati dal pensiero e dalle opere del passato.
      Si tratta dopotutto di un'evoluzione che non può prescindere dalle esperienze di chi ci ha preceduto.
      Buona serata, a presto.

      Elimina
  5. Ciao Romualdo, sono passata solo per un saluto.
    Sempre belli ed interessanti i tuoi post. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pia, grazie per il saluto e per i complimenti.
      Buona serata, a presto.

      Elimina
  6. Mi sono fregata: ho seguito l'ordine di comparizione ed ho prima letto e poi guardato ed ora chi lo sa se quella figura mi avrebbe così colpita anche senza il tuo suggerimento? La prossima volta cercherò di guardare prima di leggere! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, sicuramente l'interpretazione sarebbe stata diversa, siamo per forza influenzati dalle osservazioni altrui che comunque ci permettono una visione d'insieme più ampia.
      La prossima volta osserva prima il dipinto, in seguito possiamo confrontare i nostri punti di vista che combinati produrranno un terzo angolo "visivo".
      Grazie, buona serata.

      Elimina