lunedì 8 dicembre 2014

Alla ricerca dell'assoluto, Franco Battiato.



All’uscita di questa canzone, nel 1989 estratta dal bellissimo album “Fisiognomica”, si pensa ad una canzone d’amore.
L’autore lascia libera l’interpretazione, non si sa se volutamente o meno, la mia impressione è che si tratti di una dichiarazione "spirituale".

Battiato inizia il brano in modo leggero, più “terreno” spiegando che la ricerca è dovuta al solo desiderio di “vederti o parlare”, per soddisfare il bisogno della presenza che permette di capire se stessi.
La canzone va via via aumentando l’intensità quando dichiara di subire un “rapimento mistico e sensuale” che imprigiona il proprio io legandolo alla figura “ricercata”. La melodia e il testo continuano un lento ma inesorabile moto ascensionale con la consapevolezza di dover cambiare l’obbiettivo dei desideri rinunciando ad accontentarsi delle piccole gioie terrene, e fare il primo passo verso l’”alto” rinunciando a se stessi.

Prosegue dichiarando apertamente il piacere dell'ascolto oltre alla presenza  “Perche mi piace ciò che pensi e che dici” per scoprire il passato, ma soprattutto l'inizio della propria esistenza, “le mie radici”.

La condotta morale del momento "saturo di parassiti senza dignità", è motivo di ulteriore impegno controcorrente, spingerci a "essere migliori con più volontà", come ad essere un esempio positivo che possa trascinare ciò che è negativo.

L’intensità del brano aumenta quando il desiderio si fa più elevato  Emanciparmi dall'incubo delle passioni, cercare l'Uno al di sopra del Bene e del Male, essere un'immagine divina di questa realtà”, l’obbiettivo si fa decisamente più “mistico” avvicinarsi il più possibile all’essere perfetto
E’ alla fine con la frase “E ti vengo a cercare perché sto bene con te perché ho bisogno della tua presenza” eseguita con grande enfasi, che la canzone raggiunge l’apoteosi “spirituale” per poi scemare lentamente lasciando spazio ad un coro quasi “celestiale” come a dirci che la meta è vicina.

 

E ti vengo a cercare. (testo)
E ti vengo a cercare
anche solo per vederti o parlare
perché ho bisogno della tua presenza
per capire meglio la mia essenza.
Questo sentimento popolare
nasce da meccaniche divine
un rapimento mistico e sensuale
mi imprigiona a te.
Dovrei cambiare l'oggetto dei miei desideri
non accontentarmi di piccole gioie quotidiane
fare come un eremita
che rinuncia a sé.
E ti vengo a cercare
con la scusa di doverti parlare
perché mi piace ciò che pensi e che dici
perché in te vedo le mie radici.
Questo secolo oramai alla fine
saturo di parassiti senza dignità
mi spinge solo ad essere migliore
con più volontà.
Emanciparmi dall'incubo delle passioni
cercare l'Uno al di sopra del Bene e del Male
essere un'immagine divina
di questa realtà.
E ti vengo a cercare
perché sto bene con te
perché ho bisogno della tua presenza...
 

4 commenti:

  1. Romualdo ciao.
    Hai fatto un super post, complimenti!
    Le immagini sono bellissime e la tua recenzione sul pezzo musicale è veramente giusta.
    Conosco Battiato e la sua musica (chi non lo conosce?), però non riesco a volte a capire se il senso delle sue canzoni sia esattamente, per lui, come lo interpretiamo noi e questo me l'ha reso poco credibile.
    Infatti con te ho inteso un significato che per altri era diverso e per questo ti ringrazio molto.
    Ti abbraccio forte ed alla prossima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pia, penso che Battiato abbia chiaro il senso dei suoi testi, come ogni opera, musicale, pittorica o letteraria si presta più o meno, ad interpretazioni personali.
      Diceva Klimt, "Chiamiamo artisti non solamente i creatori, ma anche coloro che godono dell’arte, che sono cioè capaci di rivivere e valutare con i propri sensi ricettivi le creazioni artistiche" questo permette molte letture, che hanno la stessa importanza di quella voluta dall'autore.
      Ti ringrazio moltissimo, i tuoi complimenti mi fanno un immenso piacere e mi spronano a fare sempre meglio (o almeno ci provo).
      Un abbraccio e buona giornata.

      Elimina
  2. Franco Battiato un cantante che attira.
    Ciao e buona settimana caro Romualdo.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, hai ragione è veramente un artista eccezionale.
      Ti auguro buona giornata, a presto.

      Elimina