sabato 25 ottobre 2014

La donna vera, Enrico Ruggeri.


Testo di grande impatto purtroppo accompagnato da una musica poco affine all’argomento, in particolare le versioni dello stesso Ruggeri risultano slegate e arrangiate in modo approssimativo.

Sono stati incisi brani la cui melodia accompagna in modo quanto meno adeguato quello che è il vero e unico motivo di questo post, il testo.

Vladimir-Volegov - Donna che legge (1970)
Ruggeri sottolinea quelli che
sono i requisiti, i pregi della donna ideale, indipendentemente dall’aspetto fisico, L’impatto visivo non centra, l’ideale femminile lambisce la perfezione, cercata fino all’eccesso, una donna che ti accompagna, ti segue e si fa guidare.
Ma Ruggeri poi racconta la sacrosanta verità, per ambire alla perfezione bisogna “essere” il più vicino possibile alla stessa, se uno vuole al proprio fianco una donna “vera” deve garantire le stesse qualità, che quasi sempre non ci sono.

Per aspirare all’eccellenza bisogna allo stesso tempo eccellere, e forse anche qualcosa di più.

La donna vera.
Cayetano De Arquee Buigas -Catherine La Rose (1933)
La donna vera non ti fa spiegare
quello che c'è che non va.
La donna vera non ti fa ricordare
e non offende la tua dignità.
La donna vera non si vendica,
se necessario dimentica.
La donna vera non ti compera
facendoti morire, facendosi seguire.

La donna vera non ti fa del male
per ottenere potere.
La donna vera non si mette a giocare
per poter farti cadere
La donna vera non si libera:
lei è già libera con te.
La donna vera non recrimina;
ti tiene per la mano e parla molto piano.

Ma un donna così merita tanto,
non può vivere con mezzo uomo accanto,
non può vivere soltanto di parole,
non può credere a chi non sa cosa vuole,
non può stare con chi pensa per se,
non può stare con me.

La donna vera non si fa aspettare
per darti tutto il suo amore.
La donna vera ti farà passare
ogni profondo dolore.
La donna vera ti dà l'anima
e se ti guarda si illumina.
La donna vera non si sente mai
ma è sempre lì vicino, è sempre più vicino.

Ma un donna così merita tanto,
non può vivere con mezzo uomo accanto,
non può vivere soltanto di parole,
non può credere a chi non sa cosa vuole,
non può stare con chi pensa per se,
non può stare con me.
 

8 commenti:

  1. Caro Romualdo, devo essere sincero, per me le canzoni devo essere melodiche!
    Ma già io sono del passato dove cera prima la melodia vera.
    Ciao e buon fine settimana, amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, sono d'accordo con te, la musica è fondamentale per una canzone, ma questo brano - considerato il pessimo risultato musicale - lascia il segno con un testo molto interessante, ho parlato di questo scritto commentandolo come fosse una poesia o un breve racconto, al contrario di altre volte, non ho pubblicato il video musicale proprio per questo motivo.
      Buona serata, a presto.

      Elimina
  2. Romualdo carissimo, buon giorno!
    Non hai idea di quanto mi sia simpatico Ruggeri.
    E dire che un tempo non lo sopportano, ma lui furbamente si è fatto conoscere meglio conducendo bellissimi programmi televisivi, quindi l'ho rivalutato alla grande.
    Però te lo devo dire, la sua donna vera non esiste.
    Per cui uomini tutti, mettetevi l'animo in pace...😁.
    Ahahahah...giusto per mettere i puntini sulle iiiiiii....😀😀😀
    Baci amicissimo.😋

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pia, la strofa finale della canzone dice appunto che la donna "vera" si accompagna ad un uomo altrettanto "vero", ma l'essere umano purtroppo - o per fortuna- è tutt'altra cosa, come tutti i miti è bello raccontarli non potendo viverli.
      Potevi essere meno cruda, hai infranto i miei sogni, io ci credevo.
      Grazie per il tuo divertente commento, un abbraccio buona giornata.

      Elimina
  3. Romualdo non ricordavo proprio questa canzone di Ruggeri..testo efficace , musica un po' piatta!
    Mi viene in mente il nostro professor Vecchioni che ha scritto due bellissime canzoni sulle donne.
    Te le passo.
    " Voglio una donna" e più personale" la mia ragazza"..
    Prova a sentirle se hai voglia e fammi sapere...
    Bacio domenicale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella, "Voglio una donna" la conoscevo, "La mia ragazza" no, decisamente preferisco la seconda, più intima e poetica, al contrario del brano di Ruggeri, Vecchioni parla di donne reali come sono o come le vorremmo, ma possibili. Anche la melodia dei brani che mi hai "passato" è piacevole e accompagna perfettamente i bei testi.
      Grazie per il consiglio.
      Buona domenica, a presto.

      Elimina
  4. Non conoscevo né il testo né la canzone. Tuttavia mi sembra una eccessiva sublimazione della donna che, nella realtà è fatta di sentimenti ed emozioni contrastanti, non sempre sublimi. Come l'uomo del resto.
    Ciao Romualdo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ambra, è tutto al limite ( e oltre) Ruggeri in fondo più che la donna ideale descrive le virtù che ogni essere umano dovrebbe avere, ma l'assenza di difetti non è di questo mondo, il che può non essere del tutto negativo.
      Buona serata, a presto.

      Elimina