domenica 13 aprile 2014

"El Pintior de el Avila". Manuel Cabré

Nasce a Barcellona 25 gennaio 1890 figlio dello scultore Ángel Cabré i Magrigña e di Concepcion A. de Cabrè.

L'infanzia vissuta in Venezuela lo porta a 14 anni all'accademia delle belle arti di Caracas. Nel 1912 fonda con Leoncio Martinez, Antonio Monsanto, Rafael Aguin e altri artisti il Circulo de Belas Artes gruppo che si ribella agli insegnamenti dell'accademia.

L'amore per il paesaggio venezuelano in particolare il Cerro el Avila, una montagna a nord di Caracas gli vale il soprannome de “Il pittore di Avila”.Dopo alcune mostre di successo si trasferisce a Parigi dove si interessò al cubismo e all'impressionismo. Nel 1931 torna in Venezuela dove si dedica con passione alla natura del proprio paese, dove dopo aver vinto diversi premi diviene il direttore del Museo delle Belle Arti di Caracas.

Cabré è stato soprattutto un paesaggista di estremo talento, assoluto “padrone” della tecnica legata alla forma e al colore.

Il 26 febbraio del 1984, all’età di 94 anni, muore a Caracas  lasciando molte opere che mostrano l’eccezionale talento ed il gusto poetico nella rappresentazione del proprio paese adottivo.

Di seguito alcune opere dell'artista catalano:
 
 

L'eterno paesaggio della vallata di Caracas
Paesaggio dell'Avila
Paesaggio dell'Urbinia


Vista dalla laguna di boleita

Autoritratto


 
Il country club  di Caracas
Vista della vallata di Caracas dal Calvario




2 commenti:

  1. Sai caro Romualdo non conosco quest'artista che a quanto leggo era molto bravo, me ne rammarico e spesso penso di dovere girare di più tra i meno noti seppur altrettanto bravi.
    Sono stata felice di averlo scoperto qui da te e ti ringrazio. Bellissimo post.
    Adesso cercherò di sapere di più su di lui. Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pia, a volte ci si imbatte in artisti sconosciuti e si scoprono cose veramente notevoli ecco perché vale sempre la pena di cercare.
      Grazie e buona giornata, Romualdo.

      Elimina